Torna indietro   albi

Alberto De Siati fotografato da Massimo PincaAlbi, da Alberto, il mio nome. Dato circa quarantanni fa a colui che si ritiene un creativo, una risorsa utile per coloro che sanno cosa vogliono ma non riescono ad immaginarsela come un designer, un grafico, un comunicatore sa fare. Nulla da invidiare, ogni capacità ha un suo essere… saperla esprime è forse più raro, più difficile da farlo emergere in un secchio di tags, ma non sempre sono le capacità ad aiutare questo. Per questo esiste la gavetta, l’esperienza sul campo, la continua sfida di voler esser come colui con il quale lavori tutti i giorni ma che ha un qualcosa di più che non vorrai mai ammettere, nel bene o nel male. Certo il nostro momento non è tra i più navigabili, certo le onde che ci arrivano non sempre sono così prevedibili, ma come spesso ribadisce l’anziano, chi nuota ad alte onde, sarà irrangiungibile a mare piatto. Due parole su di me. Mi chiamo Alberto De Siati, naqui nel 1974 a Torino, nel nord d’Italia, ma con chiare ed orgogliose origini meridionali, nello spirito e nel cuore. Mi diplomai qualche anno fa come perito meccanico specializzato in “Designazione di carrozzerie di automobili” e da li le prime esperienze di lavoro nel mondo prima della progettazione e poi nel design dell’auto. I maggiori gruppi di Design nel settore del Automotive sono stati gli ambienti dove, quasi sempre come consulente esterno, le prassi rigide ed estremamente finalizzate al rendimento, mi hanno forgiato quel modo pratico e mirato alla fattibilità nel creare ed elaborare stili, sia di disegno industriale che nella comunicazione. Le mansioni ultime datemi da dipendente, prima di diventare piccolo imprenditore, si basavano sul gruppo, sul coordinamento di giovani alle prime esperienze lavorative, sulle trasferte estere e sull’intermediazione tra i creativi dei centri stile ed i tecnici degli studi di progettazione. Queste sono esperienze impagabili che in quattordici anni sono riuscite a darmi ciò che oggi applico in tutto ciò che voglio proporre come innovativo e fattibile. Oggi posso esservi utile per valutare insieme a Voi qualche mia idea già sviluppata, per poter esser parte del Vostro team di sviluppo e progetto,per coordinare realtà giovani, per dare un giudizio ad un progetto da avviare o in fase di evoluzione o restyling… insomma la mia figura ad oggi vive di creatività, di qualunque sfaccettatura sia, con qualunque obbiettivo, di qualsiasi genere, purchè come sempre ribadisco, abbia una facile applicazione; da qui ” Creatività Applicata”.